"CAFFÈ DELLE ARTI"

VII EDIZIONE

PREMIO LETTERARIO FIGURATIVO

I GRANI D'AUTORE DELLA VII EDIZIONE

Caffè delle Arti, in occasione della VII edizione del Premio Letterario omonimo, presenta: "Grani d'Autore - speciale 2020", una raccolta di video presentazioni delle opere, edite e inedite, classificatesi nei primi tre posti delle diverse sezioni. Tutti i contenuti sono di proprietà degli autori, ne è vietata la riproduzione o l'utilizzo, anche parziale, senza il loro consenso. Montaggio a cura di CdA. Non sono concesse modifiche o alterazioni ai contenuti.

Narrativa edita

Narrativa inedita

Saggistica edita

Silloge edita

Narrativa edita per l'infanzia

Roma, 18 luglio 2020

MESSAGGIO AGLI AUTORI/ARTISTI

 

È un’abitudine per me, dopo sette edizioni, quando i riflettori sono spenti e i giurati se ne vanno stanchi e soddisfatti, con le loro mille scartoffie sotto al braccio e sanno di aver fatto “tutto il loro meglio”, quando la segreteria sa che è il momento di tirare il fiato, quando gli organizzatori hanno solo il tempo di un respiro prima di tornare in azione, perché gli autori, i vincitori, hanno bisogno di tutti noi per fare festa, ecco, è in questo momento che, come presidente di Caffè delle Arti, ma soprattutto come autore partecipante ai concorsi letterari, mi piace fare “il punto”. Non è un punto fermo il mio, anzi, diciamo che sono considerazioni fatte “in corso d’opera” e che solo in questo momento di quiete apparente trovano lo spazio per esistere. Siamo giunti alla VII edizione, già, quella più particolare di tutte, quella dove gli autori sono arrivati in massa, dove le buste, contenenti gli elaborati, si accatastavano sulla scrivania della responsabile di segreteria, dove tutto sembrava essere vero, troppo vero per essere vero. C’era bisogno di più impegno, più tempo e sicuramente più energie: noi eravamo numericamente inferiori rispetto alla mole di opere, ma ricevervi era un piacere immenso tanto quanto lo era il dovere di farlo, e non potevamo mancare il ruolo di “padroni di casa”. Non dimenticherò facilmente quanto lo scrivere sia meraviglioso, ma che anche “fare di conto”, a volte, sia fondamentale: per questa VII edizione è stato fondamentale. Con piacere, perché così era giusto che fosse, abbiamo allungato i tempi per le valutazioni e ovviamente posticipato di tre mesi la cerimonia di premiazione… ma eravamo solo all’inizio. Un difficile periodo, fatto di paura e distanziamento sociale si è presentato alle porte di tutti noi, pretendendo di entrare e di prendere la parola, e così anche alla nostra porta bussò l’emergenza. Dovevamo rivedere tutte le procedure che per sei anni ci avevano sostenuti senza mai tradire o intralciare i lavori. Ci siamo riorganizzati, come stava facendo il mondo fuori da “Caffè delle Arti”. È stata dura, lunga e qualche volta difficile ma siamo fieri di avercela fatta: con tutti voi e per tutti voi.

Non è mio compito “celebrare” il nostro operato, rimarcare la nostra dedizione o la difficoltà di conciliare la passione con la vita reale, per quelli che come noi non hanno intenzione di mollare: non è mio compito e soprattutto non è nostra abitudine; tutti noi di “Caffè delle Arti” ci siamo scelti perché simili e vicini negli intenti.

In questo periodo è stato importante, e mi auguro rimarrà tale anche dopo, confrontarsi, scrivere e ancora di più leggere, perché leggere, a prescindere dai premi letterari o dalle necessità che ci inducono a farlo, è un modo sano di guardare oltre e attraverso, di conoscere e di sentire, in silenzio, le parole di un altro, di gioire o soffrire con lui: abbiamo tanto bisogno di riscoprirci umani! Abbiamo bisogno di rivalutare la nostra cultura, in particolar modo in campo letterario, abbiamo necessità di andare oltre il business, abbiamo bisogno di trovarci più avanti rispetto al panorama editoriale che ci ospita, e che non sempre cura le nostre opere come un “genitore adottivo coscienzioso”.

Chiudo questo mio intervento, vestendo i panni dell’autore, rammaricandomi un po’ per tutti quei premi letterari “al tempo del Covid” che hanno mancato l’impegno con gli autori che hanno rimandato o sospeso le loro attività, qualche volta con una bella schermata fissa sul loro sito e nessuna parola per noi. Permettetemi, come scrittore e come partecipante, di sentirmi a “rischio” due volte in questo periodo. Partecipare, che sia in veste di organizzatore o autore, significa riconoscersi e, anche se ci hanno privati del contatto, partecipare resta un verbo super partes, perché in questo caso impera su una forma di comunicazione nobile: la creatività.

Come presidente di Caffè delle Arti e membro del direttivo, a nome mio e di tutti, vi rinnovo i miei complimenti e soprattutto vi sono grata per avermi permesso di vivere questa esperienza indimenticabile. Come autore mi complimento con voi per le meravigliose opere che avete creato.

Sarà un piacere, sentito e reale, potervi incontrare il 5 settembre, scambiare due parole con voi e avervi vicini, forse come mai prima. È stata dura, siete stati pazienti e comprensivi e, insieme, ce l’abbiamo fatta!

GRAZIE!

Il Presidente di Caffè delle Arti

Patrizia Vittoria Rossi

PREMIO "CAFFÈ DELLE ARTI" VII edizione

VERBALE DI GIURIA

Roma, 15 luglio 2020

 

Gent.mi autori e artisti,

si conclude, con la pubblicazione del Verbale definitivo, la prima parte di questo lunghissimo premio che ha impegnato numerosissime persone e “tenuto sul filo” tutti voi per diversi mesi

Questa VII edizione, senza nulla togliere alle precedenti, rimarrà indimenticabile, sia per il numero davvero inaspettato (e credeteci, non è tanto per dire) di opere giunte in segreteria, che ci ha obbligato a protrarre i tempi di valutazione e a spostare la Cerimonia di Premiazione, quanto per il valore indiscutibile delle stesse. Non per ultimo, il periodo difficile e il distanziamento sociale (rigoroso nel periodo di valutazione) che ci hanno stimolati a lavorare in modo diverso ma, non per questo, meno rigoroso: lontani, sì, ma molto coesi e determinati a decretare, ancora una volta, con immensa soddisfazione, il successo degli autori e della manifestazione.

Eccoci giunti, stanchi e soddisfatti, al momento più atteso da voi ma anche da tutti noi: il verbale definitivo della VII edizione del “Premio Caffè delle Arti”.

Quello delle proclamazioni è un momento delicato nel quale, a prescindere dalle scelte operate dai giurati con professionalità, serietà e soprattutto passione, che restano per loro natura sempre soggettive, le opere trovano il loro accoglimento pubblico. Ci teniamo a sottolineare che, per tutti noi, un’opera, lunga o breve che sia, ha valore indiscutibile, così come lo ha l’autore con il suo mare indiscusso di informazioni ed emozioni condivise e condivisibili per il solo fatto di essere state scritte e presentate.

Caffè delle Arti, in questi anni, ha sempre sottolineato lo spirito delle proprie manifestazioni culturali: unire e non dividere, elargire pareri e non sentenze; per questo motivo, personalmente ringraziamo, a uno a uno, ciascuno dei partecipanti. Sì, tutti voi, anche quelli che non troveranno il loro nome sul verbale, ma che tacitamente e con grande merito ci incentivano a continuare, gli stessi che ci auguriamo di avere ancora con noi in futuro.

Grazie per quello che fate e che siete, grazie per il vostro entusiasmo, per la vostra pazienza e per quell’ineguagliabile voglia di dire, fare e scrivere che profuma di carta stampata ed emozioni e che, a prescindere dall’esito, ci rimane addosso ogni anno, impregnandoci abiti e cuore.

 

Complimenti a tutti i partecipanti di questa VII edizione.

Il Presidente di Caffè delle Arti

Patrizia Vittoria Rossi

Consulta o scarica il PDF

PREMIO "CAFFÈ DELLE ARTI" VII edizione: aggiornamenti

Adro, 21 maggio 2020

 

Gentilissimi autori e autrici,
nonostante il delicato periodo che ha costretto tutti noi a dinamiche diverse da quelle abituali, proseguono i lavori di giuria, in relazione alle opere iscritte alla VII edizione del “Premio Caffè delle Arti”.
Il termine ultimo dato ai giurati per la consegna delle loro schede valutative è stato fissato al 15 giugno 2020.
A seguito di questa prima valutazione, compilata la graduatoria dei finalisti, con la supervisione del direttivo di Caffè delle Arti, dei presidenti di sezione e del presidente di giuria, si passerà alla seconda fase di giudizio che si concluderà con la stesura del verbale definitivo e la proclamazione dei vincitori per ogni sezione.
Ricordiamo che la pubblicazione del verbale è prevista entro la fine di luglio 2020, su questo sito e sulla pagina Facebook. Gli autori premiati saranno contattati, telefonicamente o via e-mail dalla nostra segreteria.
A tutti voi il nostro ringraziamento e il più sincero “in bocca al lupo”, per il buon esito e per la vita.

A presto
 

Adro, 10 febbraio 2020

 

Gentili Autori e Artisti,
venerdì 31 gennaio è scaduto il termine ultimo per la presentazione delle opere alla VII edizione del Premio Letterario Caffè delle Arti. La partecipazione è stata superiore a ogni prevedibile aspettativa, contando un numero eccezionale di opere pervenute, sia in cartaceo che in file, alla nostra segreteria.
I lavori di archiviazione e di conferma agli autori sono ancora in atto, così come gli ultimi arrivi per i quali, come da regolamento, farà fede il timbro postale. L’afflusso smisurato, che ha reso difficili le operazioni di smistamento e di registrazione dei titoli iscritti, si è verificato per la maggior parte nell’ultima decade del mese di gennaio, facendo variare, in modo considerevole, i tempi e il numero delle consegne ai nostri giurati.
Al fine di mantenere alti i livelli di valutazione delle opere iscritte, garantendo alla Giuria un tempo congruo per la prima fase di valutazione e successivamente per la seconda, che condurrà alla stesura definitiva del Verbale di Giuria, e volendo riservare a tutti gli autori lo stesso grado di accuratezza nel giudizio, indistintamente ed equamente rispetto ai tempi di invio, Caffè delle Arti informa che la data di pubblicazione del Verbale di Giuria, prevista per maggio 2020, è rinviata a luglio e, conseguentemente con essa, anche la cerimonia di premiazione.
La cerimonia di premiazione della VII edizione del “Premio Letterario Figurativo Caffè delle Arti” è pertanto fissata, senza altre proroghe, a sabato 5 settembre 2020, dalle ore 16,00, presso la Sala Plenaria dell’Hotel “The Building”, in via Montebello 126, a Roma (a pochi passi dalla Stazione Termini). Tutti gli autori premiati riceveranno l’invito ufficiale e tutte le indicazioni dettagliate in merito all’evento, dalla nostra segreteria, prima della suddetta data.

Ringraziando tutti voi per l’evidente considerazione nei riguardi del Premio, vi auguriamo, come nostra consuetudine, il più sincero “In bocca al lupo” per il buon esito.

Adro, 13 gennaio 2020

 

Ancora pochi giorni alla scadenza del Premio Letterario Figurativo “Caffè delle Arti”, VII edizione.
Le opere giunte sino a ora hanno messo a dura prova il lavoro della segreteria, letteralmente sommersa dalle e-mail e dai numerosi e continui invii cartacei. Impossibile, al momento, quantificare con certezza la quantità delle opere edite arrivate, così come per le sezioni inedite e per le opere figurative: una grande e sorprendente partecipazione!

Un ringraziamento particolare a tutti gli autori che hanno dato tangibile prova della loro fiducia nei nostri riguardi, affidandoci il difficile compito di selezionare, tra le opere iscritte, tutti quei lavori che, per peculiarità indiscutibili, secondo criteri di selezione regolamentati da una scheda tecnica composta da circa venti voci, e consegnata dalla segreteria a tutti i nostri giurati, andranno a comporre la rosa dei finalisti e successivamente, con la seconda fase di giudizio, la graduatoria definitiva. Tra pochi giorni avrà inizio, per noi, la parte più difficile e delicata, quella che vedrà impegnata la Giuria, presieduta dal dott. Massimo Villa, per le sezioni di narrativa e poesia, e dalla Sig.ra Paola Gentile, per la sezione di arti figurative; un lavoro di grande responsabilità.

La giuria è composta da scrittori, giornalisti, saggisti, pittori e diverse altre figure professionali che hanno aderito, anche quest’anno, alla nostra richiesta, accettando di profondere tempo e impegno incondizionati per tutta la durata delle valutazioni e, per alcuni, anche oltre. Vi ricordiamo che è una nostra scelta quella di non rendere pubblici i nomi dei membri che compongono la giuria, questo, come più volte rimarcato, a tutela delle opere e per garantire ai giurati un lavoro sereno e privo di spiacevoli, quanto poco corrette, possibili pressioni esterne. Ricordiamo, inoltre, che la Giuria di Caffè delle Arti si rinnova ciclicamente, di edizione in edizione, garantendo così, uno standard di giudizio scevro da qualsiasi condizionamento o influenza pregressa.

Grazie a tutti gli autori e artisti. Grazie per la fiducia che riponete nelle nostre iniziative, grazie per la stima, per l’entusiasmo, la cortesia, lo spirito di collaborazione e l’attenzione, con i quali ogni anno rispondete al nostro invito.
Grazie a tutti i partecipanti e grazie a quelli che ancora stanno inviando le loro opere…
In bocca al lupo e, come sempre, buon caffè!

Benvenuti alla VII edizione
del Premio Letterario “Caffè delle Arti”

 

Come per la V edizione, anche quest’anno, abbiamo voluto strutturare il Premio in due proposte distinte, sebbene, comunque, complementari. Tutte le informazioni, relative alla modalità di partecipazione e di invio, sono contenute nello stesso bando (unico per tutte le sezioni). Tutte le opere dovranno pervenire in segreteria, entro e non oltre, il 31 gennaio 2020. NON SONO PREVISTE PROROGHE. La cerimonia di premiazione, per entrambe le proposte è fissata al mese di giugno 2020. La data e il luogo verranno comunicati a breve. Per la partecipazione a qualsiasi sezione, è necessario inviare l’opera (nei formati richiesti, la scheda d’iscrizione, regolarmente compilata in ogni sua parte e la ricevuta di pagamento, a sostegno delle spese organizzative.

SPECIALE LIBRI
EDITI E INEDITI

SEZIONE A – Silloge edita di poesia.
SEZIONE A1 – Silloge inedita di poesia.
SEZIONE B– Libri editi di narrativa.
SEZIONE B1– Libri inediti di narrativa.
SEZIONE C – Libri editi di saggistica.
SEZIONE C1 – Libri inediti di saggistica.
SEZIONE D – Libri editi per bambini (favole, fiabe).
SEZIONE D1 – Libri inediti per bambini (favole, fiabe).
Per tutte le sezioni: la lunghezza massima consentita è di 250 pagine (per opere più lunghe, contattare la segreteria). Al testo dovrà essere allegata una breve sinossi (massimo 2000
battute).

SCADENZA
(non saranno previste proroghe)

Tutte le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 31 gennaio 2020
Tutte le informazioni dettagliate sono contenute nel bando.

OPERE BREVI, INEDITE
OPERE FIGURATIVE

SEZIONE E – Poesia inedita (massimo 100 versi)
SEZIONE F– Narrativa inedita (10.000 battute, spazi compresi)
SEZIONE G – Opere figurative

SCADENZA
(non saranno previste proroghe)

Tutte le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 31 gennaio 2020
Tutte le informazioni dettagliate sono contenute nel bando.

Al servizio della tua creatività

CdA

  • SoundCloud Icona sociale
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale
  • cinguettio
  • YouTube Icona sociale

3775480015

Via Guglielmo Marconi, 2 - 35030 Adro (BS)